“Le vedove del giovedì” (2023) – Serie Netflix. Recensione: Una serie di mistero classica e divertente

Le vedove del giovedì
Alice Lange
Alice Lange

Le vedove del giovedì” è una serie crime thriller messicana uscita su Netflix basata sul romanzo di Claudia Piñeiro.

Vi piacerebbe una serie mystery che rivela una rivelazione dopo l’altra, con il segreto finale svelato solo come una bambola matrioska? “Le vedove del giovedì” ha tutti questi elementi in una serie che, oltre all’accattivante premessa iniziale, sa come dispiegarsi nel suo sviluppo.
È evidente che è basata su un buon romanzo.

Sinossi

Altos de la Cascada, una comunità a 50 km dalla civiltà, piena di privilegi. I suoi membri sono solo individui privilegiati con un alto potere d’acquisto. Ma dietro il glamour e la vita di lusso, tutto è un segreto.

Tutto inizia una notte quando gli uomini della comunità vengono fulminati nella piscina, in un apparente incidente. Cosa è successo veramente?

Recensione di “Le vedove del giovedì”

Un’ottima sceneggiatura basata su un romanzo incredibilmente interessante che, inevitabilmente, sarebbe finito prima nelle mani del cinema (esiste un film di qualche anno fa) e ora sotto forma di serie. Dopo l’episodio iniziale, gli altri cinque sveleranno i segreti di ciascuna delle famiglie (cinque) e la risoluzione di questo contorto puzzle.

La cosa migliore della serie sono i suoi personaggi. Una serie che si prende il tempo di sviluppare le sue storie e i suoi misteri, con una solida base su cui costruire una trama di invidia, sesso, denaro e miseria interiore nascosta dietro l’apparente ricchezza.

Se la serie contenga o meno una (ovvia) critica sociale, spetta allo spettatore deciderlo. Ma è una critica sociale che si sovrappone perfettamente alla trama, la giustifica e si fonde senza soluzione di continuità. Senza questa necessità di mantenere i privilegi, non c’è sviluppo della trama, ma questa trama non si accontenta di essere una semplice critica. Al contrario, sa come svolgersi come un giallo senza perdere la sua essenza.

Interessanti anche le trame secondarie, che coinvolgono i figli dei protagonisti, la servitù e tutto ciò che circonda questo mistero che avrebbe potuto essere una storia di Agatha Christie. Tuttavia, sa svilupparsi con personalità e, con un buon ritmo e una buona dose di sorprese e colpi di scena, mantiene sempre vivo l’interesse.

Tecnicamente ben fatto, con una fotografia eccellente e curata, una buona regia e un ritmo di montaggio che sa mantenere il tono di suspense per tutto il tempo.

Il nostro parere

Una serie che vale la pena di guardare per la sua qualità, gli intrighi, i personaggi e l’esecuzione.

Una serie di gialli che ti cattura senza deluderti.

Il cast

Cassandra Ciangherotti

Cassandra Ciangherotti
Cassandra Ciangherotti

Cassandra Ciangherotti, nata nel 1987 a Cuernavaca, Morelos, è una versatile attrice messicana nota per il suo lavoro al cinema, in teatro e in televisione. Proviene da una famiglia di attori, essendo figlia del defunto Fernando Luján e sorella di Vanessa Ciangherotti, Fernando Ciangherotti e Fernando Canek, tutti impegnati nell’industria dello spettacolo.

Cassandra ha affinato le sue capacità recitative presso CazaAzul Artes Escénicas e Argos. Nel 2009 ha raggiunto il suo apice quando ha ottenuto il ruolo di protagonista nel film “Viaje Redondo”, diretto da Gerardo Tort. La sua interpretazione del personaggio le è valsa il prestigioso premio come miglior attrice al Festival International du Film D’Amiens. Poco dopo, ha recitato in “Paradas continuas” (2009) di Gustavo Loza. Sul piccolo schermo, Cassandra ha fatto parte della serie “Locas de Amor”, prodotta da Carmen Armendáriz.

Omar Chaparro

Omar Chaparro
Omar Chaparro

Omar Rafael Chaparro Alvídrez, nato il 26 novembre 1974 a Chihuahua, Chihuahua, Messico, è un intrattenitore messicano di grande talento. È ampiamente conosciuto come Omar Chaparro e ha guadagnato fama come comico, attore, cantante, compositore, produttore, conferenziere e conduttore radiofonico e televisivo.Chaparro è famoso per i suoi personaggi comici, che ha creato e interpretato in vari programmi radiofonici e televisivi dove è anche conduttore. È apparso in numerosi film messicani e messicano-americani e ha ottenuto un importante riconoscimento per il suo doppio ruolo di protagonista nel film commedia musicale di Netflix, “Como caído del cielo” (Come caduto dal cielo), che rende omaggio a Pedro Infante.

Inoltre, Chaparro si è fatto notare nell’industria del doppiaggio latino come voce spagnola del personaggio “Po” nel popolare franchise cinematografico “Kung Fu Panda” e nei suoi sequel.

Oltre al successo nella commedia e nella recitazione, Chaparro ha intrapreso la carriera di cantante e ha pubblicato due album. In particolare, il suo album intitolato “Me enamoré de ti” ha suscitato una notevole attenzione e contiene tre canzoni di successo: “Sigues tan hermosa”, “Me enamoré de ti” e “Aferrado”.

Irene Azuela
Irene Azuela
Zuria Vega
Zuria Vega
Juan Pablo Medina
Juan Pablo Medina
Alfonso Bassave
Alfonso Bassave
Condividi questo articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *