Ripley (2024) – Miniserie su Netflix: la migliore adattamento finora del personaggio di Patricia Highsmith

Ripley è una serie creata da Steven Zaillian basata sul mitico personaggio dei romanzi scritti da Patricia Highsmith.

“Ripley” è una fedele adattamento del romanzo di Highsmith: contorto, estetico e sofisticato in ogni momento. Una serie che si distanzia dagli adattamenti precedenti e che sa dare un proprio stile alla storia della scrittrice.

Un adattamento molto più fedele allo spirito del romanzo e al suo protagonista rispetto ai precedenti.

Un adattamento che, nonostante provenga dagli Stati Uniti, possiede un affascinante fascino italiano del cinema degli anni ’60, con scene che ricordano costantemente questo cinema e che, oggi rivitalizzato grazie a questa serie, acquisisce un nuovo significato.

Ancora una volta la storia di Ripley, che ritorna con un’atmosfera penetrante quasi vicina al terrore.

Ripley
Ripley

Trama

Un uomo della classe lavoratrice viene mandato in Europa per convincere a tornare il figlio di un ricco uomo di New York. Una volta in Italia, i due giovani iniziano una strana relazione di amicizia insieme alla fidanzata di quest’ultimo.

Sulla serie

Ripley
Ripley

Lenta, pacata e mai noiosa. Una serie che si prende il tempo necessario per creare l’atmosfera esterna dell’Italia e interna dei personaggi. “Ripley” sa catturare l’Italia degli anni ’50, la differenza con gli americani per, poco a poco, concentrarsi su questa storia che, questa volta, è molto più spaventosa delle precedenti.

Gran parte del merito del fatto che “Ripley” sia una così buona serie lo si deve al suo protagonista Andrew Scott, che dà tutto il sapore contorto a questo personaggio contorto, ambivalente e che in ogni momento sfugge a qualsiasi qualificazione: è seducente, macabro, tetro e sgradevole e, anche, volgare, ma seducente in tutta la sua evidente bugia.

La colpa del personaggio: una scrittrice di nome Patricia Highsmith che ha definito questo personaggio in vari romanzi, essendo questo l’inizio di una saga in cui il personaggio si è sempre più contorto in se stesso.

Ripley
Ripley

Andrew Scott fa una interpretazione eccezionale di un personaggio eccezionale che ha la grande virtù di essere un protagonista che non finisce mai di piacere.

Quasi come personaggi secondari, Johnny Flynn e Dakota Fanning (soprattutto quest’ultima) fanno i loro ruoli, quasi secondari in questa storia di un singolo protagonista.

Ma ciò in cui “Ripley” riesce a distinguersi è la sua ambizione estetica: elaborati piani in chiaroscuro ovunque e una fotografia in bianco e nero che ci ricorda inequivocabilmente quel cinema italiano degli anni ’50-’60.

Steven Zaillian sa catturare il ritmo della storia sia a livello interno che esterno, con una fotografia che ci ricorda più Hitchcock che Anthony Minghella).

“Ripley” ha molto più di una storia di suspense rispetto agli adattamenti precedenti, è molto più macabra, molto più sofisticata e, soprattutto, lascia vedere il suo aspetto contorto ovunque.

Un aspetto contorto che seduce pur dispiacendo.

Estetica come un quadro di Caravaggio, che viene menzionato nella serie; sensazionale a volte, contorta sempre e, soprattutto, molto elaborata a livello estetico e fotografico.

Dove vedere “Ripley”

Netflix

Il cast

Andrew Scott
Andrew Scott

Andrew Scott

Andrew Scott è un attore irlandese nato il 21 ottobre 1976. È diventato famoso per il ruolo di Jim Moriarty nella serie televisiva Sherlock della BBC e ha ottenuto il plauso della critica per le sue interpretazioni in diverse produzioni teatrali. Nel corso della sua carriera ha vinto diversi premi, tra cui il Laurence Olivier Award come miglior attore nel 2018 per il suo ruolo nell’opera teatrale Amleto. Scott è noto per le sue doti di attore versatile ed è stato lodato per la sua capacità di ritrarre personaggi complessi e ricchi di sfumature. Continua a lavorare sia al cinema che in televisione, con ruoli recenti di rilievo nelle serie Fleabag e Black Mirror.

Johnny Flynn
Johnny Flynn

Johnny Flynn

Johnny Flynn è un attore, musicista e drammaturgo inglese di grande talento. È diventato famoso per il suo ruolo nella serie drammatica britannica “Lovesick” ed è anche apparso in diversi film come “Beast”, “Emma” e “Stardust”. Oltre alla sua carriera di attore di successo, Flynn è anche un musicista di talento, noto per il suo stile musicale folk. Ha pubblicato diversi album e si è esibito in vari festival musicali. I suoi diversi talenti e le sue performance accattivanti gli hanno fatto guadagnare una fedele base di fan e il plauso della critica.

Dakota Fanning
Dakota Fanning

Dakota Fanning

Dakota Fanning è un’attrice americana che ha raggiunto la fama come baby star nei primi anni 2000. È nata il 23 febbraio 1994 a Conyers, in Georgia, e ha debuttato al cinema all’età di sette anni nel film “Io sono Sam”. Da allora la Fanning è apparsa in numerosi film e spettacoli televisivi, tra cui “La guerra dei mondi”, “Coraline”, “The Twilight Saga” e “C’era una volta… A Hollywood”. Ha ricevuto ampi consensi dalla critica per le sue capacità recitative ed è stata nominata per diversi premi.

Alice Lange
Alice Langehttps://medium.com/@langealice666
Alice Lange è appassionata di musica. Ha fatto parte di diversi gruppi musicali nella parte produttiva e ora ha deciso di portare la sua esperienza nel campo del giornalismo. Recensisce anche film e televisione e partecipa a vari eventi.
Contatto: music (@) martincid (.) com
Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli più recenti