William Friedkin (1935-2023)

William Friedkin (29 agosto 1935 – 7 agosto 2023) è stato un acclamato regista, produttore e sceneggiatore americano. Si è fatto conoscere per aver diretto film notevoli come “The French Connection” (1971) e “L’esorcista” (1973), il primo dei quali gli è valso l’Oscar come miglior regista. La filmografia di Friedkin include anche “I ragazzi della banda” (1970), “Sorcerer” (1977), “Cruising” (1980), “Vivere e morire a L. . (1985), “Blue Chips” (1994), “Jade” (1995), “Rules of Engagement” (2000), “The Hunted” (2003), “Bug” (2006) e “Killer Joe” (2011).

Nel 1965 Friedkin si trasferisce a Hollywood e realizza il suo primo lungometraggio, “Good Times”, con Sonny e Cher. Continua a realizzare film artistici, come l’adattamento di “The Boys in the Band” di Mart Crowley e “The Birthday Party”, basato su una sceneggiatura inedita di Harold Pinter, che ha adattato da una sua opera teatrale. Tuttavia, Friedkin ha puntato ad affermarsi come regista d’azione e di drammi seri, esplorando i temi del crimine, dell’ipocrisia, dell’occulto e dell’amoralità all’interno del mutevole panorama americano influenzato dalla guerra del Vietnam, dalla rivoluzione sessuale e dal Watergate.

Nel 1971, Friedkin ha ottenuto il plauso della critica con l’uscita di “The French Connection”. Il film, girato con uno stile crudo e documentaristico, ottiene cinque premi Oscar, tra cui quello per il miglior film e la miglior regia. Seguì questo successo con “L’esorcista” nel 1973, un film horror innovativo basato sul romanzo best-seller di William Peter Blatty. Considerato uno dei più grandi film horror di tutti i tempi, “L’esorcista” ricevette 10 nomination agli Oscar, vincendo quelli per la miglior sceneggiatura e il miglior missaggio sonoro.

I risultati ottenuti da Friedkin all’inizio degli anni Settanta hanno consolidato la sua posizione come uno dei registi di spicco della New Hollywood, insieme a Francis Ford Coppola e Peter Bogdanovich. Insieme, formarono una società di produzione indipendente chiamata The Directors Company presso la Paramount. Tuttavia, Friedkin si è allontanato dalla società, che è stata poi chiusa dalla Paramount. Mentre i suoi film successivi non hanno raggiunto lo stesso livello di successo, il suo film d’azione/crimine “To Live and Die in L. . (1985), con William Petersen e Willem Dafoe, ha ricevuto il plauso della critica ed è stato paragonato al suo lavoro in “The French Connection”, in particolare per l’avvincente sequenza dell’inseguimento in auto. Nel 2011 Friedkin ha diretto “Killer Joe”, una commedia dark scritta da Tracy Letts e interpretata da Matthew McConaughey. Il film è stato presentato in anteprima alla 68ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e successivamente ha debuttato al Toronto International Film Festival 2011. Nell’aprile 2013 Friedkin ha pubblicato il suo libro di memorie, “The Friedkin Connection”. A settembre è stato insignito di un premio alla carriera alla 70ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Molly Se-kyung
Molly Se-kyung
Molly Se-kyung è scrittrice e critica cinematografica e televisiva. È anche responsabile delle sezioni di stile.
Contatto: molly (@) martincid (.) com
Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli più recenti