“La meravigliosa storia di Henry Sugar” (2023) | Film su Netflix. Recensione: Niente di nuovo nel (brillante) mondo di Wes Anderson

La meravigliosa storia di Henry Sugar
Martin Cid
Martin Cid

La meravigliosa storia di Henry Sugar” è un film di 40 minuti diretto da Wes Anderson, interpretato da Benedict Cumberbatch, con Ralph Fiennes, Dev Patel, Ben Kingsley, Rupert Friend e Richard Ayoade.

Se non conoscete Wes Anderson, un regista di culto, questa è un’ottima occasione per apprezzare il suo stile estetico nel fare cinema; se lo adorate, è un’opportunità in più per amarlo; se lo detestate, scappate via velocemente.

E se siete in quel caso in cui volete scoprire un nuovo aspetto di questo regista, “La meravigliosa storia di Henry Sugar” non è la cosa più originale della sua carriera, poiché approfondisce e ripete i successi di altri film come il recente “Asteroid City”.

La stessa estetica con risultati altrettanto estetici in un mediometraggio della durata di soli 40 minuti.

Tuttavia, se trovate un po’ stancante questo regista, è la durata perfetta, perché come mediometraggio è semplicemente perfetto.

La meravigliosa storia di Henry Sugar
La meravigliosa storia di Henry Sugar

Sinossi

Un uomo ricco di nome Henry Sugar, appassionato giocatore, scopre che un maestro spirituale ha la capacità eccezionale di vedere nonostante gli occhi bendati. Mossa dal desiderio di ottenere un vantaggio ingiusto nel gioco, questa persona ricca intraprende una ricerca per acquisire questa capacità distintiva.

Recensione di “La meravigliosa storia di Henry Sugar”

La meravigliosa storia di Henry Sugar
La meravigliosa storia di Henry Sugar

Ancora una volta, Wes Anderson ci offre più o meno la solita formula: vari personaggi che raccontano una storia più o meno eccentrica, più o meno simpatica e che, senza intromettersi con nessuno, si concentra su una produzione estremamente elaborata per deliziarci con mille battute per cinefili.

Un cast eccezionale, come al solito, per una storia rocambolesca che, come un vaudeville, cambia narratore e ci adatta una storia di Roald Dahl al peculiare stile di Wes Anderson. Sembra che, sia che Roald Dahl scriva la sceneggiatura o che adatti “The Shining” di S. King, entrambi i film finirebbero per assomigliare a “The Grand Budapest Hotel”.

In ogni caso, è difficile non cercare di ripetere i successi e, soprattutto, per un regista acclamato, non sembrare troppo simile a se stesso.

Wes Anderson è, come il suo cast, brillante nella sua estetica, produzione e formulazione estetica.

“La meravigliosa storia di Henry Sugar” è un altro esempio di ciò.

Niente di nuovo.

Trailer del film

Regista

Wes Anderson
Wes Anderson

Wesley Wales Anderson (nato il 1° maggio 1969) è un regista americano. I suoi film sono noti per la simmetria, l’eccentricità e gli stili visivi e narrativi distintivi, e viene citato da alcuni critici come un esempio moderno di autore. Tre dei suoi film, The Royal Tenenbaums (2001), Moonrise Kingdom (2012) e The Grand Budapest Hotel (2014) sono apparsi nel sondaggio della BBC Culture del 2016 sui più grandi film dal 2000. Leggi tutto

Il cast

Benedict Cumberbatch
Benedict Cumberbatch

Benedict Timothy Carlton Cumberbatch, nato il 19 luglio 1976, è un affermato attore inglese. Si è fatto un nome sia sullo schermo che sul palcoscenico, ottenendo numerosi riconoscimenti nel corso della sua carriera. Tra i suoi risultati degni di nota figurano un Primetime Emmy Award, un British Academy Television Award e un Laurence Olivier Award. Cumberbatch ha ricevuto il Laurence Olivier Award come miglior attore protagonista in un’opera teatrale per la sua interpretazione in Frankenstein e ha vinto il Primetime Emmy Award come miglior attore protagonista in una miniserie o film per la sua interpretazione di Sherlock. Ha raccolto consensi anche per i suoi ruoli nei film drammatici The Imitation Game (2014) e The Power of the Dog (2021), che hanno portato a nomination per premi prestigiosi come l’Academy Award, il BAFTA Award, lo Screen Actors Guild Award e il Golden Globe Award, tutti nella categoria Miglior attore protagonista. Inoltre, la sua interpretazione del personaggio principale nella miniserie Patrick Melrose gli è valsa un BAFTA TV Award come miglior attore protagonista. Leggi tutto

Ralph Fiennes
Ralph Fiennes. Depostiphotos

Ralph Nathaniel Twisleton-Wykeham-Fiennes, nato il 22 dicembre 1962, è un attore, produttore cinematografico e regista inglese di successo. Dal 1999 è ambasciatore dell’UNICEF UK. Fiennes si è fatto conoscere inizialmente per le sue eccezionali performance sul palcoscenico del Royal National Theater, dove ha messo in mostra il suo talento come attore shakespeariano. Ha debuttato nell’industria cinematografica interpretando Heathcliff in Cime tempestose di Emily Brontë. Leggi tutto

Dev Patel
Dev Patel
Ben Kingsley
Ben Kingsley
Richard Ayoade
Richard Ayoade
Condividi questo articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *