“Monster”, un film di terrore su Netflix che sorprenderà gli appassionati di cinema per la sua forte inclinazione visiva e il richiamo allo stile classico

16 Maggio 2024
Monster
Monster

Questa novità, proveniente dall’Indonesia e diretta da Rako Prijanto, ci immerge in un viaggio cinematografico attraverso un universo da incubo, incentrato sulla storia di un rapimento infantile. Il regista affronta la narrativa con l’intento di esprimere la sua visione artistica senza l’ausilio di dialoghi, affidandosi interamente agli effetti sonori, al montaggio e al suspense. Questo approccio risulta in un’opera che celebra la potenza dell’immagine cinematografica, ponendo il regista stesso al centro dell’attenzione come vero artefice della narrazione.

Trama

Il film racconta la storia di due bambini rapiti da un misterioso personaggio, riconoscibile per il suo cappello e la folta barba. La femmina, tra i due, riesce a liberarsi, dando inizio a una tensionante fuga.

Un’esperienza visivamente coinvolgente

Monster
Monster

“Monster” si distingue per la sua scelta audace di eliminare i dialoghi, offrendo agli spettatori un’esperienza puramente visuale. Il film diventa un manifesto per coloro che credono che il cinema debba privilegiare l’aspetto visivo su quello teatrale e che il montaggio e l’immagine abbiano la precedenza sui dialoghi. Per gli amanti di un’esperienza cinematografica dominata dall’immagine, “Monster” si rivela essere un’opera imperdibile, caratterizzata da una regia impeccabile in grado di catturare l’attenzione dello spettatore attraverso suspense, tensione e momenti drammatici.

Eccellenza tecnica

“Monster” brilla per la sua eccellenza tecnica, emergendo come un film di rilievo nel genere suspense. Grazie a Netflix, il film supera i confini nazionali, sorprendendo il pubblico internazionale con la sua qualità fotografica, il montaggio, le interpretazioni e, soprattutto, la creazione di un’atmosfera di terrore e suspense. La decisione di evitare i dialoghi si rivela un rischio che paga, grazie al contributo dell’intero team di produzione e alla cura minuziosa di ogni inquadratura e dettaglio sonoro, che insieme creano un’atmosfera disturbante ed efficace.

Conclusioni

“Monster” è un film che sfida le convenzioni, affidandosi esclusivamente a mezzi cinematografici per raccontare una storia di terrore. Nonostante non si proponga di affrontare tematiche sociali o impartire lezioni morali, il film offre un intrattenimento di qualità superiore per gli appassionati di cinema. La sua mancanza di originalità nel genere dei film di terrore senza dialoghi non ne diminuisce l’impatto, riuscendo comunque a creare un’atmosfera soffocante di paura. Con un focus particolare sugli elementi sonori, “Monster” dimostra come il suono possa giocare un ruolo centrale nel creare tensione, attraverso un sapiente uso di rumori, musica e contrasti acustici.

“Monster” si afferma come un’opera sorprendente, merito della visione unica del suo regista, Rako Prijanto, che consegna al pubblico un film di suspense puro, costruito interamente su elementi cinematografici.

Dove guardare “Monster”

Netflix

Monster | Official Trailer | Netflix
Avatar di Molly Se-kyung

Molly Se-kyung

Molly Se-kyung è scrittrice e critica cinematografica e televisiva. È anche responsabile delle sezioni di stile.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articoli più recenti