Damsel (2024) recensione del film: Una storia di draghi e principesse che non convince del tutto

8 Marzo 2024
Damsel
Damsel

Damsel è un film interpretato da Millie Bobby Brown. Con Nick Robinson, Robin Wright, Shohreh Aghdashloo e Angela Bassett. La regia è di Juan Carlos Fresnadillo.

Un racconto classico adattato ai tempi moderni, che segue ancora il tema tradizionale delle principesse, dei draghi e della lotta tra il bene e il male.

Una storia giovanile che sarebbe perfetta per una serata di cinema in famiglia… se avesse una maggiore complessità nella trama e nei personaggi.

Ci è piaciuto? Non è stato il film della nostra vita e non pensiamo che lo sarà anche per voi.

Damsel
Damsel

Trama:

Tra l’altro, la migliore interpretazione del film è quella di un’attrice di nome Shohreh Aghdashloo, con una voce straordinaria adatta a un drago.

Tutto sembra felice e quasi una favola quando una giovane principessa di un regno povero riceve una proposta di matrimonio. Questa proposta salverebbe il suo popolo dalla povertà.

Ma quando il matrimonio ha luogo, la ragazza scopre un oscuro segreto all’interno della famiglia, che coinvolge un antico e spietato drago (o dragonessa), al quale sacrificano le vittime.

Recensione del film:

Questo film è stato realizzato per la stella nascente, Millie Bobby Brown, che brilla in un ruolo che non brilla del tutto a causa della sceneggiatura. L’attrice si comporta bene e si adatta al suo personaggio, ma la sceneggiatura non le permette di recitare con grande abilità o complessità.

Lo stesso si può dire per il film, che manca completamente di complessità e ci offre semplicemente una storia di draghi per soddisfare i produttori che volevano un film di draghi. Obiettivo raggiunto a livello commerciale, visto che ha un ottimo marketing e una distribuzione eccezionale (essendo la star di Netflix uscita di venerdì, nientemeno).

Tuttavia, dal punto di vista artistico, il film delude, soprattutto nella sceneggiatura. Manca anche di ambizioni estetiche, limitandosi a essere un film di draghi e principesse, con più effetti CGI che una vera e propria sceneggiatura, che una volta vista si dimentica facilmente.

Un film che ci mette un po’ ad ingranare e, quando lo fa, delude in termini di azione, visto che si svolge per lo più nella tana del drago.

Ha grandi attori non protagonisti, come Robin Wright e Angela Bassett, ma come nella maggior parte dei film sui draghi, la star è colei che dà voce al drago, un’attrice di nome Shohreh Aghdashloo, di cui ci siamo innamorati.

E senza fare spoiler, se siete ancora fan di Daenerys Targaryen, il finale vi piacerà.

La nostra opinione:

Siamo rimasti delusi dall’eccessiva semplicità della sceneggiatura e del trattamento complessivo. Più concentrato a non infrangere alcuna regola che a sorprendere il pubblico, diventa una storia dimenticabile.

Dove vedere “Damsel”

Netflix

Su Millie Bobby Brown

Millie Bobby Brown
Millie Bobby Brown in Damsel (2024)

Nel regno di Hollywood, dove il talento e il carisma regnano sovrani, ci sono pochi astri nascenti così affascinanti come Millie Bobby Brown. Grazie alle sue straordinarie doti di attrice e al suo innegabile fascino, Millie è salita rapidamente alla ribalta, affascinando il pubblico di tutto il mondo. Dal suo ruolo di primo piano nella serie di successo “Stranger Things” alla sua impressionante filmografia e alle sue iniziative filantropiche, Millie Bobby Brown si è affermata come una forza da non sottovalutare nel mondo dello spettacolo. Leggi tutto

Avatar di Molly Se-kyung

Molly Se-kyung

Molly Se-kyung è scrittrice e critica cinematografica e televisiva. È anche responsabile delle sezioni di stile.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articoli più recenti