Come sempre a Natale: Un film norvegese su Netflix che cerca di sottolineare il lato multiculturale del Natale

Come sempre a Natale
Alice Lange
Alice Lange

Come sempre a Natale è un film scritto e diretto da Petter Holmsen con Ida Ursin-Holm e Kanan Gill.

“Come sempre a Natale” è uno di quei film che cerca di combinare le concezioni più arcaiche del Natale con le nuove idee di multiculturalismo e rispetto tra le culture.

Totalmente d’accordo: tutti dobbiamo rispettarci reciprocamente.

La questione cambia quando un film semplicemente non è buono e serve solo come veicolo moralizzatore su un’idea: i personaggi cadono in tutto ciò che condannano e le idee, così semplici, non convincono.

Come il film, da cui non ci aspettavamo molto.

Sinossi

Per commemorare il loro fidanzamento, Thea porta Jashan a casa sua, dando vita a un Natale caotico, poiché la sua eredità indiana si scontra con le usanze norvegesi della sua famiglia.

Recensione di “Come sempre a Natale”

Un film sul Natale, un altro sulle tradizioni e, questa volta, sull’idea di una ragazza fidanzata con un ragazzo indiano, che risulta scioccante per l’estremamente tradizionale famiglia norvegese.

Nei primi cinque minuti capiamo già di cosa si tratta: il resto è uno sviluppo più o meno goffo e tradizionale di questa idea, con battute che non ci hanno fatto ridere. I personaggi sembrano essere più pensati per rappresentare l’idea sociale (multiculturalità, in cui crediamo fermamente) piuttosto che per svilupparsi.

Per quanto riguarda l’ambientazione e gli scenari, se amate la neve: ce n’è molta. Il film è incentrato quasi sempre in un’unica location (la casa di famiglia) e si esce a malapena.

La nostra opinione

Una scena dopo l’altra di incontri e scontri culturali che non fanno altro che enfatizzare i luoghi comuni e affermare precisamente il contrario di ciò che si cerca di comunicare. Un film che non funziona con personaggi che sembrano non provare alcuna emozione.

Data di uscita

6 dicembre 2023

Dove vedere “Come sempre a Natale”

Netflix

Etichettato:
Condividi questo articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *