Clint Eastwood: Non solo Dirty Harry

3 Novembre 2020
Clint Eastwood
Clint Eastwood in Dirty Harry (1971)

Clint Eastwood è un attore, regista e produttore americano, figura di spicco di Hollywood da oltre sessant’anni. È diventato famoso negli anni ’60 grazie ai suoi ruoli in film western come “Un pugno di dollari” e “Il buono, il brutto e il cattivo”. In seguito ha recitato in numerosi film iconici come “Dirty Harry”, “Unforgiven” e “Million Dollar Baby”. Oltre al successo della sua carriera di attore, Eastwood ha anche diretto numerosi film acclamati come “Mystic River”, “Lettere da Iwo Jima” e “American Sniper”. È considerato una delle figure più influenti dell’industria dello spettacolo e ha ricevuto numerosi riconoscimenti nel corso della sua carriera, tra cui quattro premi Oscar.

La prima vita

Clint Eastwood è nato il 31 maggio 1930 a San Francisco, in California. È nato dai genitori Ruth Runner e Clinton Eastwood Sr. Eastwood è cresciuto durante la Grande Depressione e ha trascorso gran parte della sua infanzia spostandosi con la famiglia nel nord della California mentre il padre cercava un lavoro stabile.

Da giovane, Eastwood ha sviluppato un interesse per la musica jazz ed è diventato un appassionato pianista. Ha frequentato la Piedmont Middle School e successivamente la Piedmont High School nella Bay Area. Durante la giovinezza Eastwood ha sviluppato anche una passione per la vita all’aria aperta e ha trascorso molto tempo in campeggio, a pescare e a fare escursioni. Sebbene la sua famiglia avesse difficoltà economiche, l’infanzia di Eastwood gli ha trasmesso una forte etica del lavoro, oltre all’amore per la creatività e per il mondo naturale.

Clint Eastwood
Clint Eastwood in Unforgiven (1992)

Gli inizi della carriera di attore

Clint Eastwood ha iniziato a recitare negli anni Cinquanta, interpretando dapprima piccole parti non accreditate in film come La vendetta della creatura e Tarantola. Nel 1955, firmò un contratto con gli Universal Studios e iniziò a interpretare ruoli minori in film.

La sua grande occasione arriva nel 1958, quando viene scritturato per il ruolo di Rowdy Yates nella serie televisiva della CBS Rawhide. La serie fu un successo e durò otto stagioni, dando a Eastwood un lavoro e una visibilità costanti. Inizialmente il suo personaggio era un semi-regolare, ma fu poi promosso a series regular man mano che la serie diventava più popolare. La recitazione di Eastwood in Rawhide fu elogiata per la sua sottigliezza e intensità, prefigurando la sua caratteristica personalità sullo schermo che sarebbe emersa nei ruoli iconici successivi. Sebbene sia stato largamente sconosciuto durante il periodo di programmazione, Rawhide ha fornito le basi per la carriera di attore di Eastwood e per la sua ascesa alla celebrità.

Ascesa alla celebrità

Clint Eastwood è diventato famoso a metà degli anni Sessanta grazie ai suoi ruoli da protagonista negli influenti “spaghetti western” di Sergio Leone, tra cui Un pugno di dollari (1964), Per qualche dollaro in più (1965) e Il buono, il brutto e il cattivo (1966). Ha interpretato l’iconico misterioso cowboy senza nome e ha contribuito a rendere popolare il genere western revisionista.

La sua interpretazione dell’Uomo senza nome ha consacrato Eastwood come grande star e protagonista. I film furono popolari in Europa prima di essere riconosciuti negli Stati Uniti. Il carattere freddo e distaccato di Eastwood in questi ruoli ha influenzato generazioni di attori.

Eastwood ha capitalizzato il suo successo tornando in America per recitare in produzioni proprie di film di genere, spesso interpretando poliziotti ed eroi anticonformisti. Ha recitato nel western Hang ‘Em High (1968) e nel film d’azione sulla Seconda Guerra Mondiale Where Eagles Dare (1968). Negli anni Settanta, ha ulteriormente consolidato il suo status dirigendo e interpretando i successi di critica e di pubblico High Plains Drifter (1973) e The Outlaw Josey Wales (1976).

Stella del cinema affermata

Clint Eastwood ha raggiunto l’apice della celebrità negli anni ’70 e ’80, diventando uno dei protagonisti più quotati e iconici di Hollywood. La sua svolta è avvenuta quando ha interpretato il poliziotto anticonformista “Dirty” Harry Callahan nell’influente serie di film Dirty Harry. Con il suo sguardo d’acciaio e la sua voce roca che pronunciava battute a raffica, il personaggio di “Dirty Harry” di Eastwood incarnava il poliziotto antieroe che sfidava la legge nelle sue mani. Il film originale del 1971 è stato un grande successo commerciale e ha generato quattro sequel nel corso degli anni Settanta e Ottanta. Durante questo periodo, Eastwood ha recitato in una serie di film d’azione di successo che hanno ulteriormente consolidato il suo status di star di primo piano.

Eastwood è diventato famoso per l’interpretazione di personaggi duri e senza fronzoli, che non si lasciano intimorire dalla violenza e dal pericolo. In Il fuorilegge Josey Wales (1976), interpreta un vendicativo soldato confederato che rifiuta di arrendersi alla fine della guerra. Come protagonista che si scontra costantemente con i cattivi, Eastwood ha sviluppato un personaggio sullo schermo come un robusto individualista e uomo d’azione. La sua casa di produzione, la Malpaso Productions, sforna successi come Il giustiziere (1976), Fuga da Alcatraz (1979) e Sudden Impact (1983). Eastwood si è anche dedicato al genere western e alla commedia, pur mantenendo il suo status di eroe d’azione. La sua stoica presenza sullo schermo e il suo machismo lo hanno reso una delle star più quotate di Hollywood durante l’epoca d’oro del cinema d’azione degli anni Settanta e Ottanta.

Carriera da regista

La carriera di regista di Clint Eastwood è iniziata con il thriller del 1971 Play Misty for Me, che è stato ben accolto dalla critica e ha segnato l’arrivo di Eastwood come regista. Tuttavia, è stato Unforgiven del 1992 a portare a Eastwood un grande successo di critica come regista. Il film western gli valse il suo primo Oscar come miglior regista e fu lodato per la sua decostruzione della violenza nel genere western.

Nel 2004 Eastwood ha diretto Million Dollar Baby, che gli è valso il secondo Oscar come miglior regista. Il film è interpretato da Hilary Swank nel ruolo di una pugile sfavorita, che il personaggio di Eastwood accetta di allenare. Million Dollar Baby è stato lodato per la sua narrazione emozionante e ha ottenuto i premi Oscar per il miglior film, la migliore attrice per la Swank e il miglior attore non protagonista per Morgan Freeman. Con questi due Oscar per la miglior regia, a distanza di oltre 20 anni l’uno dall’altro, Eastwood ha dimostrato la sua versatilità e longevità come regista di punta di Hollywood.

Ruoli di recitazione successivi

Clint Eastwood ha continuato a recitare in film importanti per tutti gli anni ’90 e 2000. Tra le sue interpretazioni più importanti di questo periodo ricordiamo:

  • In the Line of Fire (1993) – Eastwood interpreta un agente veterano dei Servizi Segreti che deve fermare uno squilibrato ex assassino della CIA (interpretato da John Malkovich) intenzionato a uccidere il Presidente. Il film è stato un grande successo commerciale.
  • Potere assoluto (1997) – Diretto e interpretato da Eastwood, è un thriller su un ladro veterano che assiste a un crimine orribile che coinvolge il Presidente degli Stati Uniti. Il cast all-star comprende Gene Hackman, Ed Harris, Laura Linney e Judy Davis.
  • Space Cowboys (2000) – Eastwood recita con Tommy Lee Jones, Donald Sutherland e James Garner nei panni di piloti in pensione richiamati in servizio per riparare un satellite obsoleto. È stato uno dei film di Eastwood di maggior successo commerciale degli ultimi anni.
  • Gran Torino (2008) – Eastwood dirige e interpreta questo dramma che racconta di un veterano della guerra di Corea invecchiato e razzista che instaura un’improbabile relazione con un adolescente immigrato Hmong che vive nella casa accanto. La sua interpretazione ha ottenuto un ampio consenso da parte della critica.
  • American Sniper (2014) – Diretto da Eastwood, racconta la vera storia del cecchino della Marina Militare americana Chris Kyle (interpretato da Bradley Cooper), che ha prestato servizio in Iraq. Il film è stato un grande successo al botteghino e un fenomeno culturale.
  • The Mule (2018) – Uno dei più recenti ruoli da protagonista di Eastwood lo vede interpretare un veterano della guerra di Corea di 90 anni che diventa un corriere della droga per un cartello messicano. Il film ha segnato il primo progetto di Eastwood come attore dal 2012.

All’età di 90 anni, Eastwood continua a recitare selettivamente in progetti che lo interessano, mantenendo il suo status di icona leggendaria del cinema.

Opinioni politiche

Clint Eastwood ha sostenuto apertamente i candidati e le cause politiche repubblicane nel corso della sua carriera. Alla Convention nazionale repubblicana del 2012 ha tenuto un importante discorso in cui si è rivolto a una sedia vuota che doveva rappresentare il Presidente Barack Obama.

Eastwood ha anche sostenuto negli anni candidati repubblicani come Richard Nixon, Ronald Reagan, George H.W. Bush, Bob Dole, John McCain e Mitt Romney. Si è descritto come un repubblicano di orientamento libertario, che crede fermamente in un governo limitato e in tasse più basse.

Nel 1986, Eastwood è stato eletto sindaco di Carmel-by-the-Sea, in California, come repubblicano. Ha svolto un mandato di due anni come sindaco. Le sue posizioni politiche tendevano a favorire il piccolo governo, gli interessi economici e l’ambientalismo.

Sebbene le opinioni politiche di Eastwood abbiano a volte suscitato polemiche, egli ha continuato a parlare delle cause in cui crede. Il suo status di leggenda di Hollywood lo ha reso una figura influente e ha dato peso alle sue adesioni politiche e ai suoi discorsi.

Vita personale

Clint Eastwood ha avuto una vita privata intensa, sposandosi più volte e avendo 8 figli.

Il suo primo matrimonio è stato con Maggie Johnson nel 1953. Insieme hanno avuto due figli, Kyle Eastwood (nato nel 1968) e Alison Eastwood (nata nel 1972). Tuttavia, Eastwood ha avuto una relazione durante il matrimonio con la Johnson. I due si sono separati nel 1978, dopo aver vissuto per anni separati, e il loro divorzio è stato finalizzato nel 1984.

Nel 1975, Eastwood ebbe una relazione con la stuntwoman Roxanne Tunis, sposata, e insieme ebbero una figlia di nome Kimber Eastwood (nata nel 1964). La relazione è stata tenuta segreta per decenni, finché le biografie non l’hanno rivelata negli anni Novanta.

Eastwood ha avuto una relazione a lungo termine con l’attrice Sondra Locke per tutta la fine degli anni Settanta e Ottanta. I due non si sono mai sposati ma hanno vissuto insieme e Eastwood ha contribuito a promuovere la carriera di attrice della Locke recitando con lei e dirigendola in diversi film. La loro relazione si è conclusa amaramente nel 1989.

Nel 1990, Eastwood ha sposato la giornalista Dina Ruiz e hanno avuto una figlia di nome Morgan Eastwood (nata nel 1996). Hanno vissuto principalmente a Carmel, in California, dove Eastwood è stato sindaco. Tuttavia, i due si sono separati nel 2013 e hanno concluso il loro divorzio nel 2014.

Più recentemente, Eastwood ha frequentato la hostess di un ristorante Christina Sandera dal 2014. Nonostante le sue numerose relazioni sentimentali, Eastwood ha mantenuto una vita familiare molto riservata nel corso degli anni.

Al di fuori della sua vita sentimentale, Eastwood è un appassionato giocatore di golf e di pianoforte. Ha anche interessi nel settore immobiliare, avendo acquistato il Mission Ranch Hotel and Restaurant a Carmel. Eastwood rimane attivo come regista e cineasta fino a 90 anni.

Eredità

Clint Eastwood ha lasciato un’eredità duratura a Hollywood e nel mondo. Conosciuto per i suoi ruoli iconici nei film western e come “Dirty Harry”, Eastwood ha avuto un’enorme influenza sul genere cinematografico western. I suoi film hanno contribuito a far rivivere e rimodellare il western negli anni ’60 e ’70 grazie a pellicole come Un pugno di dollari e Il fuorilegge Josey Wales. Con i suoi sguardi d’acciaio e la sua spavalderia, Eastwood ha creato l’archetipo del cowboy forte e silenzioso che ha ispirato innumerevoli altre star del western.

Oltre che come attore, Eastwood ha raggiunto il successo di critica e di botteghino come regista. Ha diretto oltre 30 film, tra cui Unforgiven, Mystic River, Million Dollar Baby e American Sniper. Unforgiven, di cui è stato anche protagonista, gli è valso l’Oscar per la miglior regia e il miglior film. In totale, i suoi film hanno incassato oltre 1,7 miliardi di dollari al botteghino nordamericano. È famoso per la sua efficienza e velocità nel completare i film prima del previsto e sotto il budget.

Eastwood ha sfruttato i suoi decenni di successo per ottenere un patrimonio netto stimato in 375 milioni di dollari. Possiede l’hotel e il ristorante Mission Ranch a Carmel, in California, oltre ad altri investimenti nel settore dell’ospitalità e del golf. Eastwood è noto anche per la sua filantropia: ha donato e raccolto milioni di dollari per cause legate ai bambini, ai veterani, alla conservazione e altro ancora. Ha presieduto la campagna di capitale per il Motion Picture and Television Fund per la costruzione di strutture di assistenza e continua a collaborare con gruppi che forniscono servizi alle famiglie in difficoltà.

Con la gravitas e la grinta che lo contraddistinguono, Clint Eastwood ha consolidato il suo status di leggenda di Hollywood attraverso la recitazione, la regia e le opere di beneficenza. È considerato una delle figure cinematografiche più influenti del XX secolo.

Anni successivi

Negli anni ’80 e ’90, Clint Eastwood è rimasto straordinariamente prolifico come regista. Ha continuato a pubblicare film acclamati a un ritmo costante, spesso recitando anche.

Tra i progetti di rilievo di Eastwood negli anni 2010, ricordiamo:

  • Hereafter (2010), dramma soprannaturale con Matt Damon
  • J. Edgar (2011), biopic sul direttore dell’FBI J. Edgar Hoover con Leonardo DiCaprio
  • Jersey Boys (2014), adattamento del musical di Broadway
  • American Sniper (2014), biopic sul Navy SEAL Chris Kyle interpretato da Bradley Cooper, che è diventato il film di Eastwood che ha incassato di più fino ad oggi
  • Sully (2016), che racconta l’eroico atterraggio del pilota Chesley Sullenberger di un aereo in avaria sul fiume Hudson
  • The Mule (2018), dramma criminale in cui Eastwood ha interpretato un corriere della droga di 90 anni
  • Cry Macho (2021), un dramma neo-western che Eastwood ha diretto e interpretato all’età di 91 anni.

Anche quando è entrato nel suo decimo decennio di vita, Eastwood non ha espresso alcuna intenzione di ritirarsi dal cinema. Ha continuato ad avere diversi progetti in fase di sviluppo, dimostrando la sua incessante spinta creativa.

Dopo oltre 60 anni di attività nell’industria cinematografica, Eastwood ha consolidato il suo status di icona e leggenda di Hollywood. La sua prolifica carriera e la sua duratura popolarità sia come attore che come regista non hanno praticamente avuto eguali nel settore. A un’età in cui la maggior parte delle persone va in pensione, Eastwood ha continuato a fare ciò che amava: realizzare film eccellenti per un pubblico affezionato in tutto il mondo. La sua etica del lavoro e la sua produzione sono rimaste una fonte di ispirazione.

Unforgiven (9/10) Movie CLIP - I'm Here to Kill You (1992) HD
Avatar di Molly Se-kyung

Molly Se-kyung

Molly Se-kyung è scrittrice e critica cinematografica e televisiva. È anche responsabile delle sezioni di stile.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articoli più recenti